Categoria: Guadagnare online con la pubblicità

Le nuove frontiere della pubblicità online per le piccole e medie imprese

Noi di Guadagnare Online Italia ci interessiamo, da sempre, dei metodi attraverso i quali non solo i privati, ma anche le piccole e medie imprese commerciali (PMI) possono incrementare il loro business e guadagnare di più grazie agli strumenti offerti da internet.

Come dice il proverbio “la pubblicità è l’anima del commercio” e tra gli strumenti pubblicitari online più innovativi e più efficaci per le PMI, vogliamo segnalare il portale Cliente Ok. Il geniale servizio proposto da Cliente Ok si traduce in un sistema di acquisizione e fidelizzazione clienti, basato su un semplice e chiaro meccanismo di cashback a beneficio dei clienti stessi (per cashback si intende la restituzione di denaro vero, in proporzione agli acquisti effettuati).

Cliente Ok è veramente notevole in quanto è studiato proprio in relazione al boom del mobile, perché ormai è un dato di fatto che le nuove frontiere della pubblicità online passano attraverso i dispositivi mobili, in particolare attraverso i moderni smartphone i quali sono diventati la televisione personale di moltissime persone (giovani ma anche meno giovani).

Infatti nel 2013, per la prima volta nella nostra storia, gli accessi a internet da dispositivi mobili hanno superato gli accessi da PC. Ormai i social network sono i “quotidiani” più letti al mondo, anche se non hanno una redazione, poiché semplificano l’accesso alle informazioni. E’ innegabile: è in corso un vero e proprio cambiamento epocale. La nuova rivoluzione copernicana si chiama internet mobile.

Guadagnare online con popup e popunder

Uno dei sistemi più antichi per far cassa con internet è quello di guadagnare con popup e popunder. I popup sono, in pratica, quelle pubblicità, sotto forma di piccola finestra del browser, che ti si aprono davanti al sito in modo parecchio invasivo.

In genere vengono utilizzati da testate giornalistiche, periodici online e siti di approfondimento per sponsorizzare trailer di film, lancio di nuovi dischi oppure anteprime di videogame e molte altre cose ancora. Un altro classico utilizzo è sicuramente quello che li vede abbinati ai siti porno.

Il popunder invece è all’incirca lo stesso tipo di strumento pubblicitario, però si apre sotto il sito che stai navigando. Quando poi esci e chiudi la scheda del tuo browser, ti appare. Quest’ultimi sono utilizzati in modo molto massiccio soprattutto nell’ambiente dei siti pornografici.

Guadagnare con AdSense: ne vale davvero la pena?

Guadagnare con adsense è sicuramente uno dei sistemi più gettonati, per guadagnare su internet, da parte di moltissimi gestori di siti e blog. AdSense è un particolare servizio pubblicitario gestito direttamente da uno dei colossi di internet, ossia Google.

In pratica, iscrivendoti a questo servizio (l’iscrizione è gratuita), Google ti metterà in grado di poter visualizzare, all’interno del tuo sito o blog, i suoi annunci pubblicitari (detti Google Ads) facenti parte del ciruito AdSense.

Questo tipo di pubblicità consiste, in genere, in un formato di solo testo. Questa caratteristica rende AdeSense adatto a pubblicizzare qualunque prodotto o servizio in quanto, per i motivi visti nell’articolo sui banner, con il testo si può richiamare l’attenzione e spingere l’utente a cliccare.

Guadagnare con i banner: dritte indispensabili per monetizzare

Se possiedi un sito internet, allora hai la possibilità di guadagnare con i banner ospitandoli in appositi spazi scelti da te. Il banner è uno sponsor, in genere di forma rettangolare, che può essere piazzato nella pagina web in posizione orizzontale (la più comune) oppure in verticale.

Generalmente è molto colorato e, a volte, contiene anche delle animazioni. Il tutto è studiato appositamente proprio per attirare l’attenzione, in modo che più persone possibile clicchino sul banner per essere poi “dirottate” sul sito dove risiederà l’offerta vera e propria.

Tuttavia, la stragrande maggioranza dei banner grafici hanno un basso CTR (click through rate), ossia sono cliccati pochissime volte in rapporto alle visualizzazioni da parte dei navigatori.  Come mai?

Guadagnare navigando: attenzione alle truffe!

Guadagnare navigando è il sogno di molti giovani disoccupati, ma purtroppo non porta grandi introiti. Questo perché le attività dell’uomo sono remunerate in modo proporzionale alla difficoltà intrinseca di ciò che producono…

…E navigare e visitare siti è un’operazione decisamente semplice da compiere e, di conseguenza, è pagata poco….davvero molto poco! In genere, il ricavo medio per ogni sito visitato non supera il millesimo di euro.

Ciò significa che devi visitare almeno 1.000 siti, per almeno 30 secondi ciascuno, se vuoi guadagnare un euro. In pratica ti occorreranno 8 ore circa per guadagnare un euro o, se preferisci, verrai pagato circa 12 centesimi l’ora.

Guadagnare con le email: verità e menzogne

Guadagnare con le email è fra i metodi più discussi e sponsorizzati per guadagnare online. Tutti ne parlano bene e nessuno si lamenta. Ma vediamo come stanno veramente le cose…

Il metodo consiste nell’iscriverti a delle società le quali, a questo punto, inizieranno a spedirti delle email pubblicitarie in cui sono presenti dei link su cui dovrai cliccare. Cliccando sui link verrai diretto a un sito che vuole sponsorizzarsi e che conteggia la tua visita se stai lì almeno per 30 secondi.

In genere, ogni email letta viene pagata dai 0.25 ai 2 centesimi di dollaro. Quest’ultimo caso si verifica solo se, all’arrivo, trovi un sito interattivo in cui devi cliccare su altri link. Sì hai capito bene, al massimo ti pagano 2 centesimi!