Come guadagnare soldi online? Scopri i sistemi che funzionano veramente!

Uno delle domande più diffuse in rete è quella su come guadagnare soldi online. Nel corso del tempo abbiamo scritto svariati articoli dove abbiamo cercato di chiarire, in modo molto onesto e obiettivo, come fare soldi online. Eppure continuano ad arrivarci email private e commenti su questo blog, da parte di svariate persone, che ci hanno convinto che “ripetere giova” (come amavano dire i latini).

Infatti, i dubbi e le domande riccorrenti sono sempre quelli e la cosa preoccupante è che un sacco di gente è convinta che può fare soldi con internet attraverso metodologie e strumenti che, a nostro parere, fanno soltanto perdere tempo ed energie nei casi migliori…e anche denaro (spesso molto!) nei casi peggiori.

Fatta questa necessaria premessa, come abbiamo già detto in passato, di sistemi per guadagnare soldi online ne esistono tanti e ogni settimana esce sempre fuori un metodo “nuovo”. Nota bene: abbiamo messo, non a caso, le virgolette su “nuovo” perché, in realtà, spesso si tratta soltanto di un bieco riciclaggio di sistemi fallimentari o truffaldini presentati, però, con una veste un po’ più accattivante.

Adesso non ci rimetteremo a spiegare, per filo e per segno, quelli che sono i sistemi da evitare per guadagnare con internet. Tuttavia, siccome vogliamo ribadire certe cose perché pensiamo che siano molto importanti, qui sotto troverai diversi link che ti porteranno ad articoli di questo sito dove potrai approfondire le varie tematiche.

Detto questo, partiamo subito da quelli che sono i metodi su come guadagnare soldi online che dovresti assolutamente evitare, perché ti richiedono tanto lavoro in cambio di pochissimi soldi. Te li abbiamo linkati subito qua in basso.

Come fare per vendere online oggetti fisici?

Se desideri guadagnare online e magari lo vuoi fare vendendo oggetti fisici, allora in questo articolo  ti voglio parlare di un argomento assolutamente fondamentale: vendere online. Per prima cosa bisogna chiarire se vuoi vendere qualcosa di saltuario, o se vuoi intraprendere una vera e propria attività imprenditoriale su internet.

Se devi vendere qualche oggetto superfluo, magari dei regali di Natale che non ti sono piaciuti, oppure qualche oggetto ricevuto in eredità oppure perché devi fare spazio, allora puoi utilizzare i metodi che ti descrivo qui di seguito.

Partiamo da uno dei metodi più semplici e più noti in assoluto, anche se sicuramente non è il più remunerativo, per vendere online. Sto parlando di aprire un’asta con eBay, che può essere comunque un buon sistema se desideri un modo facile e veloce per sbarazzarti di un bel po’ di cose guadagnandoci, allo stesso tempo, qualche soldo.

Ho già scritto in passato un articolo incentrato su eBay e quindi non vado a ripetere le stesse cose due volte. Tuttavia, visto che ci sono, voglio puntualizzare alcuni aspetti che reputo importanti e di cui non tutti sono consapevoli.

L’importanza dell’email marketing in un business online di successo

Con l’espandersi del web è nata una particolare branca del direct marketing chiamata email marketing. In pratica, a differenza del marketing tradizionale, l’email marketing si occupa di spedire dei messaggi promozionali ai clienti (o ai potenziali clienti) utilizzando la posta elettronica.

Questo sistema ha preso immediatamente piede per via di notevoli vantaggi che apporta rispetto ai metodi tradizionali utilizzati nel passato (ma anche adesso se è per questo) come il volantinaggio, gli spot radiofonici e televisivi e i messaggi per mezzo stampa come giornali o riviste di settore.

In tutti i sistemi sopra elencati è presente un problema che frena la riuscita di un marketing perfetto: il fatto che essi presentano una comunicazione forzatamente mono direzionale.

In pratica l’azienda può comunicare con te ma non il contrario… Questo fa sì che il potenziale cliente si senta isolato nella scelta e, quindi, spessissimo “tergiversa” o si fa mille e più problemi immaginari che lo portano, molte volte, a non comprare per paura.

Squeeze page: cos’è e come può esserti utile nel tuo business online?

La squeeze page è uno strumento di direct marketing, a dir poco essenziale, per moltissime attività economiche online (anche molto diverse tra loro). Si tratta, infatti, del metodo più efficace per creare una lista di potenziali clienti, detti lead nel gergo del web marketing, da poter poi sfruttare economicamente in futuro.

Le squeeze page, letteralmente “pagine di spremitura”, sono quelle particolari pagine che in un sito web hanno la funzione di chiedere i contatti ai navigatori potenziali clienti. In genere, ci atterri sopra cliccando su di un banner o su di un link.

In rete si trovano anche sotto il nome di lead capture page (cioè pagine di cattura contatti), opt-in page (pagine di registrazione) o anche funnel page (pagine imbuto). Qualunque nome vedi utilizzato non ti preoccupare, stanno sempre parlando delle squeeze page che, detto fra me e te, è il nome che meglio rappresenta la loro funzione.

La cosa più importante che devi sapere è che servono solo ed esclusivamente a farsi lasciare i recapiti del navigatore. Nota bene: non fare l’errore classico di molti sedicenti web marketer, che cercano di vendere o spiegare qualcosa all’interno delle loro squeeze page.

Cosa è il copywriting e perché è indispensabile per lavorare online?

Il copywriting consiste nella capacità di vendere su stampa (adesso in verità anche online), mediante tecniche di scrittura adatte a influenzare e persuadere le persone fino al punto da spingerle a fare una certa azione predeterminata.

Il copywriter è un professionista del copywriting che, normalmente, lavora spesso come freelance e che viene contattato per rendere testi, pubblicità, discorsi o articoli, molto più efficaci dal punto di vista emotivo e persuasivo.

Tuttavia oggi non voglio parlarti del copywriter “classico”, ma di quello specializzato a fare il copywriting per contenuti da inserire in un sito internet destinato alla vendita online di prodotti e/o servizi. Infatti una buona scrittura persuasiva è alla base di chi vuole lavorare e guadagnare con internet.

In genere il campo in cui le abilità di copywriting vengono utilizzate maggiormente è la stesura delle pagina di vendita (detta in gergo sales letter), poiché quest’ultima è l’elemento fondamentale per portare un semplice utente a diventare cliente.

Come guadagnare online col pay per click senza rimetterci soldi?

In questo articolo parliamo di un argomento molto caldo: come non perdere soldi usando il pay per click, ossia la tipologia di traffico a pagamento più utilizzata su internet. Prima di andare avanti chiariamo, per i meno esperti, cosa sono gli annunci pubblicitari pay per click (spesso abbreviato in PPC).

Detto in parole povere, sono annunci e banner dove paghi solamente se qualcuno ci clicca sopra. In questo modo hai la sicurezza di pagare solo per il traffico web che effettivamente ricevi anche se, a onor del vero, è possibile pagare un tot anche per ogni visulizzazione ma, normalmente, gli inserzionisti preferiscono pagare per i click effettivamente ricevuti.

Il pay per click è uno dei problemi che blocca la maggior parte di chi vuole iniziare a guadagnare online, a causa della paura di “farsi del male” con gli annunci a pagamento. Questo porta o a cercare di acquisire traffico gratuito (tutt’altro che facile e non alla portata del principiante) o a non ottenere risultati perché non c’è il traffico (zero visitatori = zero clienti).

In questo articolo ti spiegheremo che questi timori sono infondati e che il pay per click deve essere considerato alla stregua di un’automobile: se sai guidarla e la guidi con attenzione, ti porta dove vuoi.