Cosa sono le landing page e a cosa servono in pratica?

Che cosa sono le landing page? Detto in pochissime parole sono le “pagine di atterragio” (in realtà è proprio questa la traduzione in italiano di landing page), a cui un utente arriva dopo aver compiuto un’azione: in genere dopo aver cliccato su un link apposito (spesso un link di affiliazione) o su un banner pubblicitario.

La scopo di una landing page è quella di “convertire” (questo è il termine tecnico che si utilizza nel web marketing) i visitatori che giungono su di esse in azioni o vendite. Esempi tipici di azioni: l’iscrizione a una newsletter, oppure il rilascio dei propri dati per ricevere un preventivo online.

Per raggiungere questi scopi una buona landing page deve, ovviamente, essere ottimizzata sia dal punto di vista del layout grafico e dell’usabilità, che dal punto di vista del copywriting (ossia un testo che persuada a compiere una determinata azione).

Come guadagnare con Google senza illudersi

Mettiamo subito le cose in chiaro: quando ci sono molte persone che si concentrano in un luogo (fosse anche solo virtuale come un sito web) allora, quasi sempre, c’è l’opportunità di fare soldi. Fatta questa indispensabile premessa, come con altre cose si può anche guadagnare con Google.

Tuttavia, c’è da dire che per guadagnare con Google non esiste un unico sistema. Molto dipende dal tipo di business che deciderai di mettere online e anche dal tempo e dalle energie che vorrai dedicare al tuo business.

Qui di seguito, ti elenco quelli che sono i sistemi più usati per guadagnare con internet sfruttando le potenzialita di questo notissimo motore di ricerca. Ok iniziamo!

Guadagnare online seriamente: non si tratta di un gioco!

Spessissimo ci arrivano email da parte di persone che ci chiedono, in modo molto insistente, come fare a guadagnare online seriamente. Leggendo molte di queste email, ci si può rendere conto di come la stragrande maggioranza della gente non ha ben chiaro che:

  1. Prima di tutto fare soldi online è un lavoro serio e impegnativo e per avere successo devi metterci tempo, energie, passione e competenza.
  2. Inoltre, come tutti i lavori, ci sono una serie di regole da seguire in modo ferreo!

Vediamo per bene di quali regole stiamo parlando. Le più importanti sono, sicuramente, quelle riguardanti la correttezza del tuo business online:

Come fare soldi online grazie alle rendite automatiche di denaro

Poter fare soldi online ha una particolarità che pochissimi altri metodi per guadagnare soldi hanno: creare rendite automatiche e costanti di denaro, che siano indipendenti dal tuo lavoro diretto!

Nella vita “reale”, cioè quella che fai offline, qualunque attività decidi di intraprendere per guadagnarti la pagnotta necessita di una tua presenza fisica sul posto.

Questo, ovviamente, ti costringe a lavorare per guadagnare. Se smetti di lavorare automaticamente smetterai di guadagnare.

Come fare soldi: saper distinguere i metodi giusti dalle perdite di tempo

In tempi di difficoltà economiche, come quelli in cui stiamo vivendo ormai da diversi anni, come fare soldi è la domanda che tantissime persone si pongono sempre più frequentemente (non a caso si tratta di una frase molto ricercata su internet).

In passato questa domanda nasceva, in genere, perché si ricercava un metodo per arrotondare il proprio stipendio. Oggi invece molta gente se la pone per crearsi un reddito vero e proprio.

Se cerchi su Google la frase “come fare soldi”, oppure “guadagnare con internet” e simili, troverai tutta una serie di metodi online che fanno guadagnare pochissimo o, peggio ancora, delle vere e proprie truffe! Vediamo di scendere un po’ più nei detagli…

La pirateria è davvero un problema per gli infomarketers?

Giuliano, un lettore di questo sito, recentemente ci ha mandato una mail dai toni molto preoccupati:

“Salve, ho scaricato e ascoltato con molta attenzione il vostro seminario gratuito su come guadagnare on line. Devo dire che l’ho trovato interessantissimo e prezioso per chi, come me, si avvicina a questa nuova avventura con molta cautela e scrupolosità. Tuttavia, alla fine del seminario mi è sorto un grande dubbio: gli infoprodotti sono in formato doc, pdf,  eccetera, o fisici in dvd. Come avete risolto il problema grave della divulgazione dei vostri documenti su sistemi come eMule o uTorrent?”