La pirateria è davvero un problema per gli infomarketers?

Giuliano, un lettore di questo sito, recentemente ci ha mandato una mail dai toni molto preoccupati:

“Salve, ho scaricato e ascoltato con molta attenzione il vostro seminario gratuito su come guadagnare on line. Devo dire che l’ho trovato interessantissimo e prezioso per chi, come me, si avvicina a questa nuova avventura con molta cautela e scrupolosità. Tuttavia, alla fine del seminario mi è sorto un grande dubbio: gli infoprodotti sono in formato doc, pdf,  eccetera, o fisici in dvd. Come avete risolto il problema grave della divulgazione dei vostri documenti su sistemi come eMule o uTorrent?”

Lavorare da casa con internet: i pro e i contro

Data l’ormai nota difficoltà di trovare un lavoro “classico”, molta gente si è buttata alla spasmodica ricerca di un metodo per lavorare da casa con internet e guadagnare (si spera decentemente!).

Una delle tante nuove opportunità della “web-generation” è sicuramente il telelavoro. Detto in pochissime parole, consiste nello svolgere a casa – sfruttando le potenzialità del web – compiti che normalmente sarebbero stati espletati lavorando in un ufficio o in un’azienda.

Il telelavoro ha degli aspetti positivi e altri negativi. Inizio elencandoti quelli positivi:

Guadagnare online gratis: realtà o illusione?

Mi chiedono spesso se sia possibile guadagnare online gratis. La risposta è sì, tuttavia bisogna vedere che cosa si intende per guadagnare…

Quando parlo di “guadagno”, normalmente ho in mente un’attività che permetta di ricavare, come minimo, qualche centinaio di euro al mese con un impegno moderato.

Purtroppo molte della attività che si possono fare su internet a investimento zero non sono così ben remunerative, come invece alcuni vorrebbero farti credere. Faccio una breve carrellata di tutte quelle attività online che non necessitano di un investimento:

PLR (private label rights): cosa sono i diritti di marchio privato?

Cosa sono i private label rights (PLR), meglio conosciuti in Italia come diritti di marchio privato? In pochissime parole, si tratta di un sistema per poter guadagnare con gli infoprodotti, che consiste nell’acquistare un prodotto per poi farci quello che vuoi.

…Ok, detto così suona un po’ oscuro e quindi vado a spiegarti più nei dettagli in cosa consiste. In America sono ormai diversi anni che, presso siti come theplrstore.com (questo è solo uno dei più famosi ma ce ne sono tantissimi), è possibile acquistare tutta una serie di prodotti aventi la licenza private label rights.

In pratica, chi acquista questo genere di infoprodotti non lo fa mai con lo scopo di utilizzarli per sé, ma con l’esplicita intenzione di ricavarne un profitto online rivendendoli.

E’ possibile guadagnare online senza investire?

Esistono svariati modi per guadagnare online senza investire, tuttavia sono pochi quelli davvero redditizi. In questo articolo desidero farti una breve carrellata di alcuni dei più conosciuti sistemi che esistono per guadagnare con internet. Inizio dall’elencarti i più semplici:

  • PPR cioè pagato per leggere siti o, se preferisci, per visitare siti. E’ pagato pochissimo e di conseguenza ti sconsiglio di utilizzarlo.

  • Barre pubblicitarie: si tratta di un sistema che ti paga per vedere pubblicità sul tuo monitor. Pagato anche meno del sistema precedente e, tra le altre cose, molto fastidioso…

  • Pagato per leggere email. Anche questa attività è pagata molto poco e, come se non bastasse, assorbe moltissimo tempo. Altamente sconsigliato!

E’ possibile guadagnare online?

Mi ha scritto una persona che ha espresso molti dubbi, tutti riconducibili a un’unica domanda: è possibile guadagnare online? Siccome la sua email contiene domande e incertezze che moltissime persone hanno nella testa, ho deciso di rispondere pubblicamente sperando, in questo modo, di schiarire le idee a quanta più gente possibile.

Per motivi di privacy, ovviamente non divulgherò il nome della persona che mi ha scritto. Inoltre, per un discorso di maggior chiarezza, voglio procedere in questo modo: non darò un mega rispostone unico, ma intervallerò le varie domande/dubbi alle mie risposte.

Farò così: scriverò EMAIL là dove si tratta della mail del signore in questione, mentre invece scriverò RISPOSTA là dove ci saranno i miei vari commenti. Credo che, così facendo, il tutto risulterà molto più chiaro e comprensibile. Ok iniziamo! 🙂