PTC (Paid To Click) quanto si guadagna cliccando?

Questo articolo sul guadagnare con i PTC è l’ideale proseguimento di quello sui PTR che ho trattato precedentemente. Il sistema PTC (acronimo inglese di Paid To Click) significa “pagato per cliccare”, e ti paga un tot per ogni click effettuato su di un link o su di un banner. Ho deciso di scrivere questo articolo, perché sul web questo è uno dei metodi più pubblicizzati per fare soldi con internet. Ma è tutto oro quello che luccica?

I guadagni derivanti dal PTC difficilmente superano il centesimo di dollaro a click, spesso si aggirano sul quarto di centesimo. Tuttavia, i click che si possono fare in un mese sono molto di più rispetto a quelle 60 e-mail, al massimo, che ti vengono spedite con il sistema del PTR.

Diciamo che, in linea di massima, possono arrivarti anche 200 o più link al mese da cliccare. Cosa che può farti guadagnare la “stratosferica” cifra di un euro al mese. Mi dirai: “Tutto qua”? Certo che no, ma non ti aspettare chissà cosa. Ovviamente, anche in questo caso, entrano in campo i soliti referral…

Non sto qui a rispiegare cosa sono i referral visto che l’ho fatto l’altra volta nell’articolo sui PTR di cui questo è, in pratica, la “seconda parte”. Quello che voglio puntualizzare è che, tutto ciò che promettono è pura utopia irrealizzabile.

Ne avevo già parlato in passato (agli albori di questo blog) tuttavia, visto che ci è stato più volte richiesto tramite email, ne approfitto per rispondere a tutti quegli utenti che volevano (contro ogni mio parere) lanciarsi lo stesso in questa “avventura”. Ci è stato ripetutamente chiesto quali sono i migliori (io direi meno catastrofici) servizi di PTC paganti.

Prima di andare avanti premetto che le aziende segnalate qua in basso non le abbiamo provate direttamente, in quanto noi di Guadagnare Online Italia siamo interessati solo a costruire VERI business e non a guadagnare qualche misero centesimo cliccando su dei link.

Fatta questa doverosa premessa (spero apprezzi la nostra onestà), questi servizi di PTC mi sono stati consigliati da chi li ha provati e ci ha guadagnato qualcosa:

Vorrei ora passare a esaminare un paio di argomenti importanti legati al PTC e anche al PTR:

=> Come si riscuote?

I sistemi più utilizzati per riscuotere i pagamenti sono sicuramente PayPal e V PAY. Tuttavia non è questo il “problema”, quanto invece il cosidetto payout, ovvero la somma minima che devi riuscire a guadagnare per poter incassare i soldi.

In genere le società di PTC scuciono i soldi al raggiungimento di una soglia minima, in genere 5 o 10 dollari, ma qualcuno paga anche al raggiungimento di un euro o due. E’ tuttavia giusto far presente che ci sono soglie anche di oltre 50 euro!

Le soglie alte le ho riscontrare soprattutto in servizi gestiti da italiani, i quali mettono apposta queste soglie alte per far sì che la gente non riesca a raggiungerle e, quindi, che nessuno riscuota mai i soldi che gli spettano.

Generalmente, quando l’utente medio percepisce il primo euro (o due se è fortunato) alla fine del mese, non ha mai la pazienza di continuare a lavorare per altri 2 o 3 anni in modo da arrivare alla soglia minima per riscuotere il pagamento.

Quando li ho provati ad inizio millennio (2000/2001 circa), dopo che uno si faceva il mazzo per raggiungere le 50 (a volte 100 mila lire) della riscossione, l’azienda addirittura scompariva nel nulla (triste e squallido fenomeno noto come SCAM PTC).

Tuttavia c’è da dire che a quell’epoca non era come oggi, dove si possono prendere un sacco di informazioni tramite Google o sui social network. Inoltre, quei pochi siti che c’erano non erano incentrati sulla protezione del consumatore, in quanto la grande massa non della gente era ancora arrivata…

Nei servizi americani invece la soglia di riscossione è molto bassa, datosi che l’americano medio ha l’azione legale molto facile. Quindi, se proprio ti vuoi lanciare in quest’attività (ma io te lo sconsiglio fortemente!), scegli sempre quelle aziende con payout basso.

=> Trucchi e consigli vari

Ai miei tempi i trucchi tipici utilizzati per massimizzare i profitti erano:

  • Avviare 5/6 o più PTC e PTR contemporaneamente, in modo da sommare i ricavi. Se uno permetteva di guadagnare 1 dollaro al mese, allora avendo avviati, che so, 15 fra i due sistemi forse si poteva arrivare a 15 dollari.

    Se poi arrivavano i referral, il cielo era il limite …Peccato che almeno 10 dei 15 servizi a cui si lavorava scomparivano nel nulla e negli altri spesso non riuscivi neanche ad arrivare al payout.

    Oggi non so se sono diventati più affidabili. Nel caso affermativo, avviarne il più possibile è uno di quei trucchi che potrebbero aumentare (si spera) i tuoi ricavi.

  • Procurarsi script automatici in grado di cliccare e navigare al posto tuo.In questo modo ti puoi allontanare dal computer e continuare a guadagnare.Tuttavia, a volte, questi sistemi mettono degli annunci trabocchetto con domande tipo “Clicca qui se sei un automatic surfer” (o cose simili), e ti sgamano in quanto lo script procede al click automatico ovviamente senza comprendere cosa sta facendo…Inoltre, il fatto che pagano una miseria non è un buon motivo per truffare. Quando accedi al servizio, sottoscrivi un contratto di conferma che tu accetti. Se truffi possono farti causa per frode (anche se, probabilmente, si limiteranno a bannarti e basta).
  • Crei a tavolino un network di persone che si affiliano sotto di te e poi dividi i guadagni. Quando andavo all’università c’era un gruppo di ragazzi (mi sembra fossero 8) che si erano abbonati a un servizio a 10 livelli di referral, e cercavano il nono ed il decimo (chiesero a me).

    Ognuno riceveva gli stessi annunci che tutti cliccavano e leggevano. Siccome il primo aveva 10 referral, il suo ricavo per click era salito del 500% potendo guadagnare anche 5 centesimi a click. L’ultimo invece guadagnava il solito centesimo.

    La media così saliva del 300% e volevano fare fesso il sistema. Ovviamente l’impresa riuscì ma, al momento della riscossione (che arrivò presto a causa della struttura) furono bannati perché italiani. Spuntò fuori una clausola in cui gli italiani non potevano partecipare.

Penso di aver detto tutto su come guadagnare con i PTC quindi ti faccio un bel “imbocca al lupo” nel caso ti volessi cimentare con questo tipo di attività su internet. Io, fossi in te, mi dirigerei su altri tipi di business online più seri e dove si guadagnano cifre sicuramente maggiori.

12 Commenti

  1. Gian Piero Turletti
  2. Carmen
  3. Guadagnare Online Italia
    • Ayoub
  4. klaus
  5. luciano
  6. Dario
  7. anonimo

Inserisci un commento