Come fare soldi: saper distinguere i metodi giusti dalle perdite di tempo

In tempi di difficoltà economiche, come quelli in cui stiamo vivendo ormai da diversi anni, come fare soldi è la domanda che tantissime persone si pongono sempre più frequentemente (non a caso si tratta di una frase molto ricercata su internet).

In passato questa domanda nasceva, in genere, perché si ricercava un metodo per arrotondare il proprio stipendio. Oggi invece molta gente se la pone per crearsi un reddito vero e proprio.

Se cerchi su Google la frase “come fare soldi”, oppure “guadagnare con internet” e simili, troverai tutta una serie di metodi online che fanno guadagnare pochissimo o, peggio ancora, delle vere e proprie truffe! Vediamo di scendere un po’ più nei detagli…

Per metodi che fanno guadagnare in internet una miseria mi riferisco a sistemi come:

E via discorrendo… Ne esistono tantissime di queste “soluzioni”, una peggiore dell’altra! Se vuoi approfondire, ti invito a cliccare sui link che vedi sottolineati (a ogni argomento è stato dedicato uno specifico articolo di approfondimento).

Poi ci sono anche dei sistemi su come fare soldi del tutto illegali, per non dire delle truffe belle e buone. Giusto per fare qualche esempio:

  • Guadagna con PayPal…e poi spunta la classica catena di sant’Antonio

  • Guadagna con Postepay…la stessa di prima ma si usa la prepagata delle poste italiane

  • Compra questo iPhone a pochi spiccioli e rivendilo su eBay

  • Eccetera, eccetera…

Infine ci sono quei sistemi che promettono di farti guadagnare con i casino con un metodo semplice che hanno coperto e che, per “compassione”, te lo rivelano gratis.

La verità è che con quel metodo ci andrai solo a perdere denaro e chi invece ci guadagnerà veramente sarà il casino online e il suo AFFILIATO, che ti ha svelato quel metodo “miracoloso” per fare un sacco di quattrini. A buon intenditor…

Ovvio che con tutti questi sistemi che ho elencato non riuscirai mai a tirar fuori il becco di un quattrino! A questo punto, la domanda nasce spontanea: “Ma allora che faccio?”. La regola è questa: se vuoi guadagnare in modo serio devi fare dei lavori seri!

Ti voglio evitare le perdite di tempo e denaro per la ricerca di metodi efficaci per guadagnare online, quindi ti faccio immediatamente un elenco qui sotto di quello che funziona:

=> Guadagnare con le affiliazioni

Si tratta di promuovere dei prodotti venduti online da altri, in cambio di una commissione sulle vendite che procuri all’azienda.

Gli articoli che si vendono meglio tramite affiliazione sono: ebook, video corsi, audio corsi, web seminari, consulenze, software, oppure prodotti fisici come la telefonia, i computer, scarpe e vestiti eccetera.

Ovviamente, le commissioni variano molto a secondo di cosa vendi. I prodotti come gli ebook e i video corsi hanno, in genere, delle commissioni che vanno dal 15% al 40% (in media ti daranno il 30%).

Prodotti fisici come i telefoni cellulari e l’elettronica in generale viaggiano intorno al 4%, mentre le scarpe e il vestiario si aggirano intorno al 15/20% di commissioni sul venduto.

Il bello delle affiliazioni è che puoi vendere senza avere un negozio e senza subire gli adempimenti fiscali che, normalmente, si devono espletare per avviare un vero negozio (sia che sia offline che online).

Basta che sponsorizzi il prodotto, magari facendo una recensione oppure semplicemente citandolo in un articolo. Alla fine quello che conta è che l’utente clicchi sul tuo link di affiliato, dopo di che a vendere ci penserà il marketing del merchant (ossia il venditore vero e proprio al quale ti sei affiliato).

Attenzione: se sei allinizio e sai poco/nulla dei metodi di guadagno online, allora l’affiliazione non è un sistema adatto a te.

Infatti, si tratta di un metodo per guadagnare con internet adatto a gente esperta che sa utilizzare BENE strumenti come: autoresponder, AdWords, landing pages, SEO, eccetera. Se questi termini ti sembrano arabo, allora (per adesso) lascia perdere l’affiliazione…

=> Guadagnare con gli infoprodotti

Si tratta di creare un corso pratico in formato digitale (ebook, video corso o audio corso) e scaricabile online dopo il pagamento, che offra soluzioni pratiche a un problema che il potenziale acquirente deve risolvere in modo tempestivo o che, in ogni caso, ritiene importante risolvere.

Potresti pensare che non è una cosa che fa per te, o che non sono molte le persone in grado di creare un infoprodotto che abbia qualcosa di veramente utile da dire.  Molto probabilmente non sai che la tua esperienza può valere molto sul mercato!

Da un’indagine statistica si è arrivati alla conclusione che quasi tutte le persone conoscono, almeno su un argomento, un sufficiente numero di informazioni tali da saperne di più di almeno il 50% della popolazione.

…Quel 50% che ne sa meno di te potrebbe essere disposto a pagare per apprendere quelle cose che tu sai, ammesso e non concesso che le informazioni di cui sei in possesso siano veramente utili e risolvano un problema pratico.

Se poi investi 3 mesi di tempo ad approfondire quelle conoscenze, allora il tuo sapere sarà maggiore di almeno il 75% del resto della popolazione. Approfondendo per un anno, ne saprai invece più del 95% della popolazione.

Non è quindi difficile avere conoscenze tali da poter sfruttare per un infoprodotto a pagamento. E non deve per forza essere un argomento molto sofisticato e tecnico come l’investimento in borsa, la programmazione di computer o cose simili.

Eventualmente, se non desideri mettere su tutta l’infostruttura (squeeze page, sales letter, autoresponder, fonti di traffico, eccetera) per poter vendere come si deve un infoprodotto, potresti affidarti a un editore online.

In quest’ultimo caso, il ricavo in genere si aggira sul 30% per copia venduta. Forse penserai che non è tantissimo, ma il bello è che ci pensano altri a vendertelo.

L’importante è affidarsi a un editore che propone le vendite anche in affiliazione così, se lo desideri, potrai tu stesso diventare un affiliato e provare a guadagnare un’ulteriore commissione da affiliato (oltre a quella d’autore) per ogni copia del tuo prodotto che sarà venduta.

=> Fare l’editore

Si tratta di aprire un’azienda che vende gli infoprodotti di altri autori, guadagnando la propria commissione di editore. In genere il 30% va all’autore, un altro 30% all’affiliato e la parte rimanente rimane all’editore.

Sto parlando di fare un vero e proprio lavoro editoriale che preveda la correzione delle bozze, la realizzazione delle cover grafiche, la pubblicizzazione degli autori, l’avvio di sponsorizzazioni e così via.

Puoi ovviamente fare anche solo l’editore di te stesso e quindi realizzare un tuo infoprodotto che vendi nel tuo sito, percependo come ricavo l’intero costo o, al più, cedendo solamente una parte dei guadagni ad eventuali affiliati.

=> Guadagnare con i blog (blogging business)

Si tratta di avviare un blog, fatto in modo professionale, che tratta argomenti di una certo settore (dove hai sufficienti competenze da reggere a possibili domande dei lettori).

Molti spesso mi chiedono come fare soldi con un blog. Diciamo che non c’è un unico sistema. Tuttavia, ci sono alcuni metodi per monetizzare un blog che sono sicuramente migliori di altri. Cerco di riassumerti un po’ la situazione.

I metodi più comuni, ma NON i migliori, per guadagnare con un blog blog sono le sponsorizzazioni tipo quelle di AdSense, oppure creando recensioni a pagamento.

I blog che invece portano più ricavi sono quelli avviati da autori di uno o più infoprodotti tematici. La gente che cerca lumi su un certo argomento potrebbe trova il sito e, fra i molti visitatori mensili, alcuni finiscono sempre per acquistare!

Ovvio che puoi anche creare un blog che tratta un argomento di cui tu non hai nessun prodotto personale da vendere…questo perché magari vendi in affiliazione il prodotto di qualcun’altro…

Poi ci sono quelli che usano il blog come supporto commerciale alla loro attività professionale: webmaster, grafici, consulenti e professionisti di vario genere, eccetera.

Per migliorare l’efficacia di questo tipo di attività, potresti prendere in considerazione l’utilizzo combinato di social network come Facebook, oppure siti di video sharing tipo YouTube.

Questo genere di siti, infatti, se usati come si deve in sinergia con un blog permettono di rendere virali i contenuti del tuo sito e migliorare, quindi, le performance di vendita (più visitatori = più potenziali vendite!).

=> Guadagnare con il dropshipping

Oltre alla vendita di materiale digitale, esiste anche la possibilità di vendere oggetti fisici come se avessi un negozio fisico ma senza avere l’onere di avviare il negozio vero e proprio con tutto ciò che comporta a livello di spese e complicazioni.

Infatti, se hai un negozio, normalmente devi affrontare le varie spese per: affitto locali, riscaldamento, illuminazione, telefono, nonché lo stipendio di eventuali collaboratori e, non ultime, le spese per rifornire il magazzino.

Col dropshipping potresti invece crearti un negozio online, senza dover sostenere nessuna di queste spese! Vediamo nel dettaglio come stanno le cose.

Il magazzino lo tiene il cosiddetto dropshipper (il fornitore), il negozio invece andrà avanti in modo automatico grazie a dei siti opportunamente programmati.

In questo modo abbatterai le spese per il personale, la vetrina la riproduce lo stesso sito e quindi, in definitiva, non ci saranno spese onerose da sostenere.

Ovviamente dovrai essere a posto con il fisco, in quanto sei in tutto e per tutto un negoziante anche se utilizzi un sistema informatizzato.

=> Commercio elettronico

Se invece hai da vendere prodotti realizzati da te, oppure hai già un negozio fisico o, ancora, non vuoi avere a che fare con i dropshipper e desideri tenere in magazzino merce in proprio, puoi sempre affidarti a una normale attività di vendita online tramite ecommerce.

I ricavi saranno, ovviamente, maggiori rispetto alla vendita tramite dropshipping, ma anche le spese saranno maggiori. Insomma, dovrai vedere cosa ti conviene di più caso per caso…

Comunque sia, ti voglio dare una dritta importantissima onde non farti perdere tempo, energie e denaro: evita come la peste di mettere su degli ecommerce dove vendi prodotti che la gente può comprare nel negozio e/o centro commerciale vicino casa!

Il discorso è questo: o sei Amazon e puoi offrire un assortimento pazzesco e buoni prezzi, altrimenti lascia perdere perché gli italiani – per tutta una serie di motivi che ci rendono diversi dagli americani – preferiscono acquistare nei negozi o centri commerciali che hanno a portata di mano offline.

Non voglio dilungarmi oltre sulle varie modalità di come fare soldi, anche perché penso che hai già capito il succo del discorso. In internet si può guadagnare e anche molto bene ma, ovviamente, devi realizzare dei lavori professionali.

Così come un’attività commerciale può far guadagnare bene nel mondo “reale”, può farlo anche in quello della rete. L’impegno è il medesimo anche se le cose da fare sono diverse. Tieni presente che quasi tutti i lavori che si fanno online non sono altro che lavori che esistono offline, ma reinterpretati in una chiave diversa.

10 Commenti

  1. manuel
  2. Guadagnare Online Italia
  3. Guadagnare Online Italia

Inserisci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informativa

Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella  Cookie policy.

Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, interagendo con un link o un pulsante al di fuori di questa informativa o continuando a navigare in altro modo.

Alcuni contenuti o funzionalita non saranno disponibili a causa delle tue preferenze riguardo i cookies!

Ciò accade in quanto la funzionalità o il contenuto contrassegnato come “%SERVICE_NAME%” utilizza i cookie che hai scelto di lasciare disabilitati. Per poter visiualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità devi prima abilitare i relativi cookies: Clicca qui per accedere alle preferenze dei Cookies.