Come guadagnare online in modo serio e professionale

Come guadagnare online? Sicuramente, il sogno di moltissimi internauti è quello di mettersi in proprio e trovare il modo per potersi affrancare dalla crisi, o da un lavoro che detestano, grazie a un business online redditizio che faccia guadagnare un sacco di bei soldi!

Il sogno è fattibile, tuttavia devi immediatamente toglierti dalla testa che, operando in modo dilettantistico, tu possa ottenere ricavi superiori alla classica pizza da mangiare a fine mese. Spero di essermi spiegato.

Fatta questa necessaria e doverosa premessa, c’è da dire che in Italia molte persone purtroppo sono dell’idea che sia impossibile guadagnare bene online e si trincerano dietro a scuse (perché questo sono!) come:

  • La gente non compra in internet

  • Quasi nessuno clicca più sui banner pubblicitari

  • L’italiano è una lingua poco diffusa

  • In Italia non c’è la cultura di internet

  • Eccetera…

Certo è che se apri un sito o un blog dove ti metti a parlare del compleanno del tuo cane, o di tua figlia che ha perso il primo dentino, beh sicuramente l’unica cosa che non “rischi” è quella di guadagnare tanti bei soldini col tuo business online. 😉

Scherzi a parte, come dicono molti esperti di internet, sicuramente uno dei modi migliori per formarti un reddito col web è quello di usare un blog.

Tuttavia questo strumento, se utilizzato in modo professionale e a fini di business, non può di certo essere considerato alla stregua di un puro diario personale online. Perché?

Prima di tutto, oltre al discorso dei contenuti non adatti (di cui ho già scherzosamente fatto qualche esempio qui sopra), se vuoi guadagnare bene dovrai lavorare in modo professionale e questo implica che, prima o poi, dovrai essere in regola con tutti i requisiti fiscali e legislativi.

Forse starai pensando: “Ma costa un occhio dalla testa! Come faccio a scucire tutti quei soldi se prima non ho dei ricavi?”. A parte il fatto che, al di sotto dei 5.000 euro l’anno di fatturato, non hai l’obbligo di aprire partita IVA e quindi, intanto, puoi iniziare sin da subito a guadagnare qualcosa in vista di…

Inoltre, ti potrei anche rispondere dicendo: “Perché se vuoi investire in una laurea in medicina – ad esempio – saresti disposto a spendere molti soldi prima di ottenere un ricavo, mentre invece non sei disposto a farlo per un’attività imprenditoriale su internet?”

Se uno apre un panificio, sa benissimo che prima deve fare gli investimenti e poi, forse, otterrà i ricavi. Lo stesso dicasi per un’attività da libero professionista e/o consulente dove prima si investe in istruzione e poi, forse, si guadagnerà.

Se però questo discorso lo si trasferisce nella rete, tutti cercano giustificazioni per non mettersi in regola. E’ vero che tantissimi non dichiarano le entrate dei propri siti internet. Mi riferisco soprattutto a quelli che sfruttano i banner di AdSense e guadagnano 20/30 euro al mese.

Non li dichiarano in quanto confidano che il fisco non si metterà mai sulle loro tracce per cifre simili. Ma se vuoi guadagnare con un blog, e suppongo che vuoi guadagnarti uno stipendio (e non 20/30 euro al mese!), la finanza ti cercherà e come quando arriverai a fatturare cifre di una certa importanza!

In ogni caso, non è che devi aprirti una srl per gestire un blog o un qualsiasi altro business in internet. Esistono molti modi per dichiarare le entrate. Infatti, quando sei agli inizi, puoi utilizzare le fatture con codice fiscale (fino a 5.000 euro annui di introiti come accennavo poco fa).

Successivamente potresti aprire una partita iva con gestione separata dell’INPS. Se poi cresci ancora come guadagni, allora potrai aprire una partita iva con iscrizione alla camera di commercio. Se poi la tua azienda cresce moltissimo, puoi sempre fondare una srl o addirittura una spa.

Molti sottovalutano quello che sto per dirti, specie quando si parla di come guadagnare online, tuttavia all’inizio è davvero molto importante redigere quello che gli economisti chiamano un business plan.

Volendo parlare un po’ più nello specifico di ciò che magari potresti andare a realizzare in rete, è molto importante che prima di partire a missile tu ti faccia le seguendi domande:

  • “Cos’è che so fare? Quali competenze professionali ho?”
    Può sembrare un’osservazione un po’ drastica ma, se non sai fare nulla o non hai nessuna competenza professionale, non vedo come tu possa avviare un’attività professionale anche se solo in internet.

  • “Ho studiato a sufficienza? Devo per caso approfondire i miei studi?”
    Queste domande si ricollegano direttamente al punto precedente. Sul web c’è tanta gente che, sapendo i rudimenti basici di qualcosa, si spaccia per guru del settore in una determinata nicchia. In realtà, quelli che guadagnano bene sono solamente coloro che conoscono in modo approfondito un argomento.

  • “So scrivere in italiano? Ho una cultura adeguata?”
    Non puoi immaginare che cattiva impressione desta un articolo scritto con i piedi! Ho notato che la maggior parte dei bloggers non sanno scrivere in modo decente e corretto, non sanno utilizzare la punteggiatura, non riescono a dare un senso al proprio articolo.

    Un articolo deve avere un’introduzione, un corpo e una conclusione. Deve veicolare bene le idee e deve possedere un filo logico conduttore. Spesso invece leggo articoli che iniziano in un modo e successivamente vanno totalmente fuori tema.

    Nel caso, per ovviare al problema, ti consiglio di leggere tanto e se vuoi scrivere in modo chiaro su argomenti difficili, allora ti consiglio anche di farti un po’ di cultura in quanto ti aiuterà sicuramente a trovare buoni esempi e metafore…

  • “Ho un’idea vincente?”
    Ovvio che, per quanto bravo puoi essere, se non hai un’idea che interessa e coinvolga gli altri, allora difficilmente riuscirai a guadagnare. Uno dei segreti più semplici, ma spesso ignorati, su come guadagnare online è che devi vendere un prodotto/servizio che la gente là fuori vuole davvero comprare.

Se hai tutti i requisiti necessari per intraprendere un’impresa professionale sul web, allora devi iniziare a pianificarla. Cosa vuoi sfruttare per guadagnare? Vuoi vivere con i ricavi dei banner? Vuoi guadagnare tramite le affiliazioni? Oppure hai un tuo prodotto da vendere? Ovviamente, in base a cosa vuoi fare le strade sono differenti…

In ogni caso, qualunque sia il sistema che vorrai utilizzare, è fondamentale che tu abbi ben chiaro sin da subito come procedere. Ovvio che non posso, in un singolo articolo, spiegarti come costruire da zero un business online. Però, sicuramente, posso dirti che dovrai curare al meglio i seguenti aspetti:

  • Un’ottima cosa è sicuramente quella di formarti sull’ottimizzazione per i motori di ricerca, così da ottenere traffico gratuito e in target per il tuo sito.

  • Devi avere un sito usabile e perfettamente ottimizzato dal punto di vista del web marketing (quest’ultima è un’altra cosa fondamentale da approfondire!).

  • Devi studiare la penetrazione di mercato della tua attività e considerare eventuali investimenti pubblicitari online.

  • Devi vedere se è il caso di avviare partnership con altri professionisti del web, in modo da ottenere un trasferimento sia di know-how sia (soprattutto) di potenziali clienti.

In conclusione, solo tu puoi veramente sapere come guadagnare online perché solo tu conosci te stesso e quindi puoi giudicare quali sono i tuoi punti di forza e di debolezza, in modo da poter pianificare esattamente come ti dovrai poi muovere sul web.

One Response

  1. Gian Piero Turletti

Inserisci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.